Primavera..

Ecco un pensiero della nostra Presidente Daniela Masia per il primo giorno di Primavera:
Oggi 21 marzo è il primo giorno primavera ma, come ogni anno, ricorre anche la Giornata mondiale della Poesia.
Come Acli Provinciali di Oristano avevamo progettato di trascorrerlo insieme con un evento pubblico in cui leggere insieme tanti versi e condividere emozioni e pensieri, ma come sappiamo non è possibile al momento(promettiamo solo un rinvio!) perché viviamo questi giorni faticosi e di paura e difficoltà. Situazione nuova che ci coinvolge come umanità nell’emergenza sanitaria da Covid-19, sappiamo che per poterla arginare a tutti è richiesto di attenersi alle indicazioni che ci vengono dalla Protezione Civile, dalle Istituzioni …
e sopratutto dal buon senso e dal senso di responsabilità e ci auguriamo proficue per il benessere di tutti/e noi.
L’Unesco ha istituito questa importante giornata per ricordare come la poesia sia uno dei mezzi più importanti di trasmissione della tradizione e della cultura dei popoli, ma anche un potente strumento di dialogo.
Così se la pandemia ci ha sconvolto rallentandoci, fermandoci, limitando il nostro fare quotidiano spesso frenetico, una giornata votata alla poesia come “farmaco” nelle più antiche e sagge accezioni non può che trovarci favorevoli e dare un segno importante, perché ogni pensiero del cuore è importante per dare fiato ai pensieri preoccupati; per dare corpo allo spirito che ci anima e che dentro le parole poetiche può trovare agile mezzo di trasmissione.
Così a vantaggio di tutti vogliamo dare un contributo semplice e che speriamo di ispirazione per pensieri buoni e belli, con la speranza che ci accarezzino e ci riempiano di dolcezza e bellezza, vi dedichiamo due poesie una di Gianni Rodari e una di Pedru Mura

tree branch

Photo by 雨星 ameboshi on Pexels.com

“Speranza”(G.Rodari)
Se io avessi una botteguccia
fatta di una sola stanza
vorrei mettermi a vendere
sai cosa? La speranza.
“Speranza a buon mercato!”
Per un soldo ne darei
ad un solo cliente
quanto basta per sei.
E alla povera gente
che non ha da campare
darei tutta la mia speranza
senza fargliela pagare.

It’est sa poesia?(P.Mura)
It’est sa poesia?… Est sa lontana
bell’immagine bida e non toccada,
unu vanu disizu, una mirada,
unu ragiu ’e sole a sa fentana,
Unu sonu improvisu de campana,
sas armonias d’una serenada
o sa oghe penosa e disperada
de su entu tirende a tramuntana.
It’est sa poesia?… Su dolore,
sa gioia, su tribagliu, s’isperu,
sa oghe de su entu e de su mare.
Sa poesia est tottu, si s’amore
nos animat cudd’impetu sinceru,
e nos faghet cun s’anima cantare.
La nostra speranza è che questa esperienza ci possa far riscoprire i valori veri della vita, ricordandoci la preziosità del tempo e la bellezza del poter condividere le nostre vite con le persone che le abitano le nostre vite.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...