Prostituzione: una violenza senza tempo

Dalla collaborazione tra Acli di Oristano, Centro Antiviolenza Donna Eleonora e Associazione Prospettiva Donna, Comune di Oristano, Comune di Olbia, gli istituti magistrale Benedetto Croce di Oristano e liceo Mossa di Olbia, Rete delle Donne di Alghero, Unione Donne in Italia, è nato questo progetto di formazione e sensibilizzazione sui temi che riguardano la violenza contro le donne con una serie di webinar.

Il primo è intitolato Prostituzione: una violenza senza tempo.

Segue il comunicato stampa del Centro Antiviolenza:

Come ogni anno, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il Centro Antiviolenza “Donna Eleonora” – PLUS Oristano, in collaborazione con l’Associazione Prospettiva Donna, che gestisce il Centro, coglie l’opportunità per organizzare
un importante evento di formazione e sensibilizzazione sui temi che riguardano la violenza contro le donne. In particolare, quest’anno, data la complicata situazione pandemica, ha deciso di proporre per mercoledì 25 novembre quello che sarà il primo di una serie di webinar formativi dal titolo Prostituzione: una violenza senza tempo.

Si è volutamente scelto questo argomento per fare luce su un tema antico e anche ai giorni nostri estremamente complesso e controverso. La prostituzione costituisce da sempre la più grave forma di discriminazione subalterna delle donne e una minaccia alla loro libertà e alla loro salute da parte di un maschilismo imperante che tollera la violenza su di esse e lo “stupro a pagamento”.
Per questo primo seminario online, previsto per le ore 17, verrà utilizzata la piattaforma Zoom. Ad aprire l’incontro, che sarà moderato da Patrizia Desole, Presidente dell’Associazione Prospettiva Donna, i saluti delle due Assessore alle Politiche Sociali dei Comuni di Olbia e Oristano, Simonetta Lai e Carmen Murru e l’Assessora all’Artigianato, Maria Bonaria Zedda.

Ospiti di rilievo saranno
due esperte in materia che introdurranno l’argomento con interventi specifici.

La prima ad intervenire
sarà Vittoria Tola dell’UDI nazionale, con un contributo dal titolo Prostituzione: la violenza più antica e permanente.

Subito dopo, sarà la volta della sociologa Paola Lazzarini, Presidente di Donne per la Chiesa, che porterà il suo intervento dal titolo Uno sguardo cattolico e femminista sulla prostituzione.

Saranno poi diverse le letture che verranno proposte durante il seminario, a partire da alcuni testi tratti dalle opere di Alda Merini che saranno letti da Speranza Piredda e Giusy Piccone della Rete delle Donne di Alghero.

A seguire, Francesca Marras, operatrice del Centro antiviolenza Donna Eleonora di Oristano, e Giuliana Angotzi, socia e componente del Direttivo di Prospettiva Donna, leggeranno e analizzeranno testi tratti dal libro di Rachel Moran Stupro a pagamento. La verità sulla prostituzione.

Arricchiranno ulteriormente l’incontro i contributi di Daniela Masia,
Presidente delle ACLI Provinciali di Oristano, con il suo intervento dal titolo La violenza oppositiva, dualismo e negazione,

Gian Lorenzo Addis, insegnante del Liceo Scientifico L. Mossa di Olbia, che
farà una restituzione dei lavori svolti con studenti e studentesse della sua scuola,

e Maria Delogu,
insegnante dell’Istituto “Benedetto Croce” di Oristano, che presenterà il progetto Prostituzione:
sguardo storico ad una violenza senza tempo. In chiusura, un contributo artistico e musicale.
Per partecipare al webinar è necessario effettuare l’iscrizione inviando una mail all’indirizzo info@centroantiviolenzaoristano.it, precisando nell’oggetto “Webinar del 25.11.2020” e indicando poi nel testo nome, cognome, recapito telefonico e indirizzo email abilitato a cui verrà inviato il link per accedere alla piattaforma Zoom.

Il Webinar è gratuito e aperto a tutti e tutte fino ad un massimo di 100 partecipanti.
Per accedere da telefono o tablet, sarà necessario scaricare preventivamente l’applicazione Zoom e accedere tramite il link che verrà inviato all’email indicata in fase di iscrizione. Per qualsiasi altra
informazione, è possibile scrivere a info@centroantiviolenzaoristano.it.

PS. Non tutti sanno che c’è anche una risoluzione europea sull’argomento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...