Premiu de Poesia Sarda

Si terranno a Oristano, presso L’Hospitalis di via Cagliari, 16:

  • il 07 dicembre, a partire dalle ore 09:30, la maratona linguista
  • l’8 dicembre la premiazione.

La poesia vincitrice della 30° edizione del Premio di Poesia delle Acli della Sardegna verrà scelta dalla giuria costituita da:

  • Giuseppe Tirotto, poeta e scrittore,
  • Nicolinu Pericu, attore e poeta,
  • Nicolò Migheli, sociologo e scrittore,
  • Michele Pinna, filosofo, critico letterario, poeta e direttore artistico del Premio, 
  • Vincenzo Pisanu poeta, scrittore e presidente della giuria.

Vi terremo aggiornati per maggiori dettagli.

fonte

IL VENTO CHE SPIRA: CONOSCERE PER CAPIRE!

Nell’ambito di una attività di sensibilizzazione rivolto alle scuole, le Acli provinciali di Oristano, propongono un seminario con attività laboratoriale.

L’attività, rivolta agli studenti del biennio delle scuole secondarie superiori, ha lo scopo di stimolare una riflessione sul tema il vento che spira: conoscere per capire, con approfondimenti sull’odio, la paura, la diffidenza e sulle discriminazioni della nostra società.

PASSEGGIANDO IN LAGUNA,UN PASSO, UNA SOSTA! LA NATURA CHE NON TI ASPETTI – RIFLESSIONI A PASSO D’UOMO

DOMENICA 26 MAGGIO 2019
ORE 10.30 raduno presso il piazzale della chiesa di Nostra Signora di Bonaria A Marceddì durata un’ora:
– primi passi ore 11.00
– dal passo alla sosta 12.30
-sosteremo per un pranzo al sacco, parte integrante della passeggiata che
offerto dalle Acli di Oristano
La nostra passeggiata si conclude alle ore 15.00 Ma la nostra riflessione muove i primi passi!
A cura di Daniela Masia Urgu
In attesa di un riscontro e certi che non mancherete
Vi salutiamo caramente
La presidenza Acli

XXX edizione del Premio di Poesia Sarda

a Oristano due giorni di letture e improvvisazioni in limba.

Al via la XXX edizione del Premio di Poesia Sarda, promosso dalle Acli regionali della Sardegna, che si terrà nel mese di giugno a Oristano. Anche quest’anno sarà una due giorni di festa per la lingua sarda. La prima giornata sarà dedicata a una maratona linguistica alla quale si potrà partecipare con la lettura delle proprie opere, l’esibizione di cori, poeti improvvisatori e performance teatrali. La seconda giornata sarà dedicata all’assegnazione dei riconoscimenti del concorso.

Sono in palio significativi premi in denaro e il conferimento di menzioni e segnalazioni. Protagoniste saranno la poesia e la prosa in sardo e nelle altre varianti alloglotte quali catalano, tabarchino, sassarese e gallurese, per un patrimonio di straordinario valore e bellezza.

Sono cinque le sezioni in concorso. La prima è dedicata alla Poesia inedita in rima o in versi liberi (massimo una cartella). La seconda alla Prosa inedita con racconti o novelle (massimo 5 cartelle). Quindi Poesia e prosa edite non prima del 2016, mai premiate, compresi romanzi, racconti e raccolte poetiche.

Una sezione è interamente rivolta alla Scuola primaria e alla Scuola secondaria di primo e secondo grado, per poesie, racconti, saggi brevi, componimenti canori (testi per musica leggera) e, novità assoluta, un premio per il Cortometraggio in lingua sarda.

Infine c’è la sezione a Tema fisso, incentrata su alcuni dei valori fondamentali dello spirito associativo Acli: l’ospitalità, il rispetto interculturale, la solidarietà e l’amicizia, la fratellanza con cui vincere la paura e l’odio.

Grande attenzione è stata rivolta anche alla costituzione di una giuria tecnica, composta da poeti, scrittori e da esperti qualificati nell’ambito della diffusione e della promozione del sapere, della cultura e della lingua sarda. Ne fanno parte Nicolino Pericu (noto Nino), Vincenzo Pisanu, Mauro Maxia, Michele Pinna, Giuseppe Tirotto e Nicolò Migheli.

«L’intera organizzazione delle Acli sarde è mobilitata per aprire l’esperienza dei trent’anni a un’autentica riscoperta della nostra cultura – ha affermato il presidente regionale delle Acli Franco Marras – partendo dal patrimonio delle ventinove edizioni realizzate grazie alla dedizione ed alla passione di numerosi dirigenti guidati da Franceschino Dettori, al quale volgiamo il nostro sentimento di gratitudine più sincero. Ci siamo posti un obiettivo molto alto che forse non si realizzerà in una sola edizione. Ma guardiamo al futuro».

«Le Acli promuovono da sempre il benessere della persona valorizzando le sue peculiarità e incentivando le sue inclinazioni alla creatività – ha spiegato Daniela Masia Urgu, dirigente Acli Sardegna e responsabile della manifestazione –. La lingua è il luogo per eccellenza in cui la profondità dell’animo si manifesta».

Si può partecipare indistintamente sia al concorso che alla maratona compilando le apposite schede, compilate e sottoscritte, scaricabili assieme al regolamento dal sito www.aclisardegna.it, www.cantosardoachitarra.it o dagli altri siti delle sedi Acli provinciali. Le opere dovranno essere inoltrate in sette copie entro il 10 giugno all’indirizzo Acli della Sardegna – via Roma 173, 09124 Cagliari.

fonte

“La qualità della vita dell’anziano oggi.

Si

amo lieti di invitarvi al quarto seminario del progetto delle Acli di Oristano:Punto famiglia Acli Oristano: Insieme per un welfare comunitario ed inclusivo”, che si terrà venerdi 25 Maggio 2018 ore 17.30 a San vero Milis presso i locali del giardino del museo civico, in via Santeru sul tema:

“La qualità della vita dell’anziano oggi.

L’anziano una risorsa di Saperi e di Relazioni nella comunità”.

Accogliere le Diversità in un mondo che cambia

Diritto alla cittadinanza, regole e diritti per una buona convivenza sociale.

Il progetto Punto famiglia Acli Oristano presenta una serie di seminari per parlare di un welfare comunitario ed inclusivo.

3 FEBBRAIO 2018: Esperienze nel territorio: il Diritto di Asilo

SABATO 17 FEBBRAIO 2018: Accogliere le Diversità in un mondo che cambia:
Costruire reti solidali per comprendere e intervenire
sui bisogni sociali nelle comunità locali.

SABATO 10 Marzo 2018:
L’anziano come risorsa in un Welfare che cambia:
bisogni sociali emergenti e prospettive per una migliore
qualità della vita. Aspetti giuridici legati al ruolo dei nonni
nella famiglia.